Skip to main content

Telemedicina per l’assistenza ai pazienti con sclerosi multipla. A che punto siamo?

Redazione By 13 Dicembre 2023No Comments
IntervisteNewsSpeciali
telemedicina sclerosi multipla

Si è tenuta il 28 novembre a Roma la presentazione dei risultati dell’indagine “Stato dell’arte e prospettive per la telemedicina nella gestione dei pazienti con sclerosi multipla”, parte integrante del più ampio progetto EcoSM, nato dalla collaborazione tra la Società Italiana di Neurologia (SIN), l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM) e Biogen Italia.

L’obiettivo principale dell’indagine era quello di valutare l’attuale utilizzo e impatto della televisita, attualmente l’esperienza di telemedicina più consolidata in ambito neurologico. Nel corso dell’evento un gruppo di clinici che ha iniziato precocemente a utilizzare questi strumenti, iniziando durante l’emergenza pandemica, ha condiviso le proprie indicazioni e le lezioni apprese.

 

I dati raccolti hanno messo in evidenza come il processo di innovazione si ben avviato in questo settore, con il 45% degli intervistati che già utilizza strumenti di televisita con un elevato grado di soddisfazione da parte dei pazienti. La maggior parte dei centri coinvolti che non utilizzano la telemedicina individua come barriere l’assenza di adeguate condizioni operative, la mancanza di finanziamenti specifici e la carenza di dotazioni tecnologiche o connettività necessarie. Le condizioni essenziali per una telemedicina efficace includono attività preliminari di contatto con il paziente, l’invio anticipato di referti ed esami, condizioni tecniche per la televisita e la presenza di un caregiver.

La presentazione dei risultati dell’indagine è stata poi l’occasione per  sottolineare l’importanza di un impegno collettivo da parte di medici, pazienti e industria per sostenere l’innovazione in corso.

EcoSM: dal progetto pilota in Sicilia all’indagine su scala nazionale

La prima fase del progetto EcoSM è stata condotta presso il Centro Sclerosi Multipla dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico “G Rodolico-San Marco” di Catania tra febbraio 2020 e giugno 2021. L’obiettivo era analizzare il processo attuale di presa in carico delle persone con SM e proporre un nuovo percorso assistenziale utilizzando strumenti di telemedicina ed e-Health. I risultati di questa fase hanno portato alla pubblicazione di un “Manuale di fattibilità”, che analizza l’implementazione della telemedicina per il monitoraggio delle persone con sclerosi multipla dal punto di vista tecnico, economico e culturale. Il manuale fornisce dettagli sulle ragioni strategiche, le modalità organizzative, le infrastrutture tecnologiche e i costi relativi a questa implementazione.

La seconda fase, attualmente in corso, prevede invece un percorso di lavoro e sperimentazione che si sviluppa a livello nazionale, sotto la guida di un Comitato di esperti autorevoli, rappresentanti della comunità clinica e di pazienti, oltre ad accademici e ricercatori in ambito economico e gestionale.